Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento del sito ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.

Privacy Policy

  •  Gli scopi  principali della consulta sono:

      • Stabilire un rapporto permanente con gli Enti pubblici per una collaborazione che individui il modo migliore per affrontare progressivamente i problemi riguardanti le persone con disabilità;
      • Favorire la coerenza tra i bisogni presenti sul territorio e la fornitura dei servizi più capillare possibile;
      • Promuovere tutte le iniziative volte al conseguimento dei diritti e delle pari opportunità, ivi compreso l’inserimento lavorativo mirato;
      • Promuovere la partecipazione dei cittadini all’amministrazione locale degli interventi nel settore dell’Handicap;
      • Contribuire alla realizzazione di un ambiente che garantisca ad ognuno l’esercizio autonomo di ogni attività indipendentemente dall’età, dalle caratteristiche psicofisiche e sensoriali;
      • Favorire il conseguimento dell’autodeterminazione personale delle persone disabili;
      • Promuovere l’integrazione delle persone con disabilità fisiche e psichiche e relazionali;
      • Perseguire gli indirizzi di intervento diretti alle persone disabili;

        Per il raggiungimento degli obiettivi indicati , la Consulta esprime:
      • Pareri preventivi, a richiesta o di propria iniziativa su atti comunali;
      • Proposte agli organi comunali per l’adozione di atti;
      • Proposte per l’istituzione, gestione e fruizione di servizi e beni comunali.

      La Consulta, inoltre, svolge attività cognitoria sugli atti dell’Amministrazione Comunale concernenti l’ambito delle disabilità.
  • Che cos’è la Consulta:  La delibera del Consiglio Comunale n.35 del 16.05.2008 ha provveduto all’istituzione della Consulta Comunale permanente sui problemi delle persone con disabilità e approvazione del regolamento che ne disciplina il funzionamento. La Consulta per le disabilità è l’organo tecnico di partecipazione, consultazione, dialogo e proposizione sulle attività e sui programmi riguardanti le persone con disabilità fisica, psichica e relazionale, i caregiver familiari e le famiglie.

  • Chi siamo

    Con determinazione n. 1259 del 18.08.2016 sono stati nominati i componenti della Consulta per le disabilità:
    - Tina De Michele (Presidente), Rappresentante disabile
    - Giovina Tomaciello (Vice Presidente), Associazione UICI Campobasso
    - Valeria Strada, Labor Dislessia
    - Associazione Termoli per i Bambini
    - Maria Grazia D’Onofrio, Direzione Scolastica Regionale
    - Ziccardi Lorena, Associazione FLY SPORT INAIL Molise
    - Giansalvo Monia, Rappresentante disabile
    - Orlando Gianfranco, Associazione P.A. l’Arca
    - Rosalba Del Sordo (asrem)
    Oltre ai membri  nominati, fanno parte di diritto  della Consulta l’Assessore alle Politiche Sociali o un suo delegato.

  • Cosa proponiamo

    In linea con la Convenzione Onu per i diritti delle persone con disabilità, firmata il 13 dicembre 2006, desideriamo una Termoli fruibile da tutti i cittadini, priva di barriere, con aree gioco destinate a tutti i bambini, a prescindere dalle condizioni fisiche e psichiche. Sappiamo bene che il grado di benessere e di felicità dei cittadini dipende anche e soprattutto dalla qualità dei servizi che le istituzioni sanno offrire.  Per questo, alcuni degli obiettivi immediati della consulta sono:
    - l’adozione del Piano di eliminazione delle barriere architettoniche;
    - la creazione di un’area di gioco inclusiva;
    - l’organizzazione di eventi ed incontri allo scopo di sensibilizzare ed informare  i cittadini sulle tematiche riguardanti la disabilità;
    - la creazione di una rete di collaborazione tra scuola/Asrem e Comune;
    - il potenziamento dei servizi offerti dal Comune per le persone con disabilità;
    - il miglioramento, attraverso strumenti di informazione e comunicazione semplici e diretti, l’accesso ai servizi per le persone con disabilità.

  •