Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento del sito ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.

Privacy Policy

Notizie

Nel sala consiliare del Comune di Termoli si è svolta nei giorni scorsi una nuova seduta della Consulta Comunale permanente


 sui problemi delle persone con disabilità, organo tecnico di partecipazione, consultazione, dialogo e proposizione sulle attività e sui programmi riguardanti le persone con disabilità.

All’incontro erano presenti rappresentanti delle famiglie  e delle associazioni  che si occupano di disabilità,  gli Assessori Chimisso, Gallo e Ferrazzano, nonché il nuovo coordinatore dell’ambito sociale territoriale, Avv. Antonio Russo.

Sono stati molti gli argomenti all’ordine del giorno. Si è discusso innanzitutto di trasporto accessibile. La Consulta ha evidenziato che attualmente l’unico servizio a disposizione delle persone con disabilità motoria  consiste nella possibilità di  avere a disposizione un autobus con pedana,  previa chiamata alla società GTM che gestisce il trasporto urbano. Il servizio è limitato, in quanto possibile solo per spostamenti programmati, per cui si è evidenziata la possibilità di organizzare un servizio a chiamata. L’Assessore Ferrazzano ha manifestato il proprio impegno a voler inserire la questione nel nuovo bando di affidamento del servizio di trasporto urbano che verrà predisposto nei prossimi mesi.

Alla presenza dell’Assessore Gallo, si è parlato ancora dell’adozione del Peba e della possibilità di far adottare agli esercizi commerciali termolesi delle pedane rimovibili, per rendere i negozi accessibili. L’Assessore ha ascoltato con attenzione le istanze della Consulta e si è impegnato a studiare delle soluzioni per risolvere le problematiche evidenziate. In particolare, con rifermento all’abbattimento delle barriere architettoniche, l’attività di ricognizione del territorio prosegue attraverso la segnalazione delle principali criticità. Nell’immediato, la Consulta si occuperà anche di segnalare i principali ostacoli nel corso dei lavori di rifacimento del Terzo Corso.

Si è parlato anche della riqualificazione delle aree verdi di Colle della Torre, Colle Macchiuzzo, Difesa Grande e Via Stati Uniti. La Consulta sta lavorando in sinergia con l’Assessorato per realizzare spazi gioco fruibili anche ai bambini con disabilità, attraverso l’acquisto di giochi inclusivi.

Il nuovo Coordinatore dell’ambito ha relazionato sullo stato dei lavori riguardante il bando relativo al Fondo per le non autosufficienze ed esposto i progetti futuri,  riguardanti il rapporto i minori con disabilità e la scuola. La Consulta ha ascoltato con interesse e si è proposta di collaborare fattivamente con l’ambito territoriale per i progetti che riguardano le persone con disabilità.

E’ stato un pomeriggio in cui si è assistito soprattutto ad un esempio di buona politica, derivante dal confronto tra cittadini ed istituzioni, in uno spirito di collaborazione per migliorare la vita dei cittadini più fragili. 

Leggi tutto

È stato presentato nel corso di una conferenza stampa che si è svolta questa mattina nella Sala Consiliare del Comune di Termoli, il bilancio


dell’attività della Polizia Municipale relativo all’anno 2016.

Il comandante della Polizia Municipale, Massimo Albanese, affiancato dai collaboratori Pietro Cappella e Antonio Luca Giuliani, ha incontrato i giornalisti della Stampa facendo una panoramica sulla situazione attuale del Comando di Polizia.

“Il Comando interviene sul territorio operando con un ristretto organico che da regolamento dovrebbe contare  50 unità e che invece  ne annovera 29, delle quali solo 22 effettive. Detta ristrettezza, espone il Comandante, è stata compensata con la profusa disponibilità volontaria nei turni in cui è maggiormente richiesta il presidio territoriale, con particolare riferimento al periodo estivo e negli orari serali.

Il comandante Albanese è passato poi ad elencare i diversi servizi e gli ambiti in cui è intervenuta la Polizia Municipale: commerciale ed annonaria, edilizia, giudiziaria, amministrativa  infortunistica e di circolazione stradale.

Nel 2016 sono stati svolti 605 servizi appiedati di prossimità e 120 servizi appiedati di contrasto all’abusivismo commerciale serali, 1015 i servizi di presidio presso le scuole, mentre i servizi di pronto intervento resi sono stati 730. 45 i servizi per lo svolgimento delle manifestazioni culturali, religiose e sportive. Lo stadio è stato presidiato 14 volte, sono stati protocollati 5628 documenti tra comunicazioni, registrazioni e istanze e sono state evase, a termine di istruttorie complesse, 1421 pratiche. Sono state eseguite 26 ordinanze sindacali  di sicurezza, 190 ordinanze viabilistiche, 88 provvedimenti dirigenziali, 2513 richieste di autorizzazioni transito e sosta e 105 permessi disabili.

L’attività di polizia giudiziaria  nel 2016, ha portato a un arresto, 23 comuniczioni di notizie di reato con 33 indagati. 52 le indagini delegate e 354 le notificazioni di atti degli Organi Giudiziari.

I 96 controlli urbanistico-edilizi, hanno portato a denunciare per violazioni penali 16 persone e a porre in essere 2 sequestri di manufatti.

Per quanto concerne l’infortunistica stradale sono stati rilevati dalla Polizia Municipale 103 sinistri, sono state sospese 31 patenti con 5 sequestri o fermi amministrativi. In totale, sono state 9783 le procedure sanzionatorie con 24 ricorsi al giudice di pace e 74 ricorsi al Prefetto di Campobasso.

Per quanto concerne le attività di Polizia amministrativa, commerciale e decoro urbano, sono state 360 notifiche di atti amministrativi, 1397 pratiche per gli accertamenti di residenza. È stata svolta un’azione di controllo con 152 ispezioni di  bar, ristoranti e discoteche, e 840 accertamenti sulle attività  di  vendita su suolo pubblico. I pubblici spettacoli controllati, sono stati 15.

L’attività a tutela dell’ambiente, ha portato al sequestro di  25mila di buste  di plastica, 57 gli interventi di rimozione dei rifiuti dai luoghi di abbandonati illecitamente con avvio allo smaltimento, mentre 84 sono state le sanzioni applicate per la tutela del decoro urbano tra imbrattamenti, deiezioni canine e mancata cura dei terreni. 7 gli interventi per la rimozione dell’amianto. 65 sono stati gli interventi di cattura e adozione dei cani randagi.

La Polizia Municipale ha effettuato 20 verifiche sulla conduzione di alloggi popolari proponendone la revoca dell’assegnazione per 2 alloggi non utilizzati secondo i presupposti di legge. Sono stati eseguiti 22 interventi, a tutela dei minori e persone disagiate, in supporto al Settore Politiche Sociali. 23 attività di supporto per l’esecuzione dei Trattamenti Sanitari Obbligatori.

Leggi tutto

È stato siglato ieri, 13 febbraio 2017, il protocollo tra il Comune di Termoli e RFI (Rete Ferroviaria Italiana) per la cessione di via Dante 


 e degli edifici che insistono sulla stessa area.

Presenti al momento della sottoscrizione del protocollo l’ing. Francesco Cataldo, il geometra Scannicchio Giuseppe, l’ing. Vincenzo Lamberti e la dott.ssa Teresa Boscarino per RFI e FS (ferrovie dello Stato), il sindaco Angelo Sbrocca, la dirigente Brigida Barone e l’ing. Matteo Caruso per il Comune di Termoli.

Il Comune di Termoli aveva chiesto di poter acquisire la porzione di terreno di proprietà della Rete Ferroviaria Italiana e, successivamente, di Ferrovie dello Stato Italiane al fine di inserirlo nel progetto di fattibilità legato alla realizzazione della viabilità di collegamento tra piazza Garibaldi e via Dante che consentirà di ricongiungere la parte sud della città con la stazione ferroviaria oltre che di riqualificare l’intera area.

Negli accordi stipulati con RFI è prevista la demolizione di tutti i manufatti esistenti nell’area ceduta e lo spostamento del Dopolavoro ferroviario in altra sede.

“L’accordo con RFI – ha dichiarato il sindaco Angelo Sbrocca – rappresenta un ulteriore risultato raggiunto da questa Amministrazione nella direzione della riqualificazione della nostra città e del miglioramento delle condizioni di vita dei cittadini e dei turisti. Un ringraziamento va alle persone dell’Amministrazione che hanno seguito il lungo iter che ha portato a questo risultato come l’ing. Matteo Caruso, all’ing. Lamberti, al geom. Scannicchio, all’ing. Cataldo e a tutti i referenti di RFI e FS che hanno saputo ascoltare e condividere il nostro progetto”. 

“Cedere alle comunità locali porzioni di territorio non più funzionali alle attività ferroviarie – ha dichiarato Vincenzo Lamberti, Direttore Territoriale Produzione di RFI – significa dare nuove opportunità di sviluppo infrastrutturale alle Amministrazioni coinvolte, in un’ottica di continua sinergia in grado di arrecare indubbi e duraturi vantaggi. Nel caso specifico, la realizzazione della nuova viabilità faciliterà la connessione di una parte della città con la stazione ferroviaria, a tutto vantaggio della mobilità integrata dell’intera area”.

Leggi tutto

Si è svolto questa mattina il Consiglio Comunale che aveva all’ordine del giorno tre punti inerenti l’Urbanistica.


Il primo punto all’ordine del giorno approvato dalla Maggioranza del Consiglio Comunale è stato lo schema di convenzione che regola il rapporto contrattuale tra i soggetti privati che realizzano il programma costruttivo e il Comune.

Nello specifico gli interventi devono essere destinati prioritariamente alla realizzazione di alloggi prima casa per i soggetti destinatari dell’edilizia sociale (nuclei familiari a basso reddito anche monoparentali o monoreddito, giovani coppie a basso reddito, anziani in condizioni sociali e/o economiche svantaggiate, studenti fuorisede, soggetti sottoposti a procedure esecutive di rilascio, immigrati regolari a basso reddito residenti da almeno 10 anni in Italia e da 5 nella regione Molise).

Non è pertanto possibile utilizzare tali programmi costruttivi per la realizzazione di abitazioni da porre sul libero mercato se non per una residua percentuale. Sarà possibile costruire i complessi residenziali in tutte le aree edificabili nonché per le istanze presentate al 31 dicembre 2014 anche su aree agricole. Gli immobili realizzati verranno venduti e locati al prezzo stabilito dalle norme regionali attualmente vigenti in materia di edilizia sociale.

Il Consiglio ha poi discusso e approvato l’atto fondamentale di indirizzo per la regolarizzazione delle pratiche di condono edilizio. Al momento attuale presso gli uffici del Settore Urbanistica del Comune giacciono oltre 1600 istanze di condono edilizio alle quali da trent’anni (sono infatti istanze che risalgono a un periodo che va dal 1985 in poi) non è ancora stata data risposta. Il Consiglio ha inoltre stabilito che, nel caso dall’esame delle pratiche dovessero risultare immobili per i quali è stata presentata istanza di condono ma che insistono (anche solo per alcune porzioni) su aree di proprietà comunale, sia prevista la possibilità di concedere in uso (diritto di superficie) quell’area per sessanta anni dalla data di approvazione dell’istanza. Alla Giunta viene conferito il mandato a concedere onerosamente l’uso del suolo su cui insiste la costruzione.

Infine il Consiglio comunale ha approvato un atto fondamentale per la procedibilità dei programmi integrati di intervento.

Si tratta di linee guida relative ad atti di programmazione negoziata finalizzata a riqualificare il tessuto urbanistico, edilizio e ambientale del territorio.

I P.I.I. (Programmi Integrati di Intervento) intervengono quindi sulle aree degradate o dismesse e si caratterizzano per la presenza di una pluralità di funzioni, dalla integrazione di diverse tipologie di intervento, comprese le opere di urbanizzazione.

Prevedono l’integrazione tra il pubblico e il privato (vengono realizzati mediante avviso pubblico) nell’ottica di un’urbanistica contrattata che assicura vantaggi rilevanti del punto di vista delle finanze pubbliche; infatti hanno come obiettivo quello di migliorare parti del territorio comunale dal punto di vista della sostenibilità ambientale dotandolo di infrastrutture e servizi non presenti in quel contesto.

Con le tre proposte di delibera approvate in Consiglio l’attuale Amministrazione comunale continua a perseguire la strada di un’adeguata e proficua regolamentazione dell’ambito urbanistico al fine di garantire la certezza delle norme, la tutela dall’utilizzo indiscriminato del suolo e la possibilità di migliorare e riqualificare l’attuale sistema infrastrutturale della città.

Leggi tutto

Oggi 3 febbraio 2017 si é tenuto nel Comune di Termoli, un incontro tra tutti gli operatori del settore turistico balneare,


i relativi tecnici e l'Amministrazione Comunale rappresentata dall'assessore alle Attività Produttive Vincenzo Ferrazzano e dalla struttura comunale Settore Demanio.

L'incontro, avvenuto su richiesta degli operatori, ha avuto come tema la ricognizione dello stato attuale degli iter procedurali relativi alle pratiche sospese quali ad esempio condoni e sanatorie.

L'incontro è stato necessario in vista della prossima stagione estiva e dato il desiderio degli operatori di lavorare in collaborazione con tutti gli enti preposti alla vigilanza (Capitaneria di Porto, Regione, Demanio e Comune) ed eliminare eventuali lungaggini burocratiche.

A tal proposito è stato richiesto un nuovo incontro al quale saranno invitati gli enti preposti di cui sopra.

Leggi tutto