Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento del sito ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Negando il consenso potrebbero non visualizzarsi alcuni contenuti.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Privacy Policy

SPAZIO AL TEATRO CON L'ASSOCIAZIONE ANTIGONE

L’associazione culturale “Antigone” porterà in scena “Questo è uno spettacolo teatrale (ovvero “Nessun estraneo tra noi”)”, a Termoli, in Largo Tornola, mercoledì 15 luglio, alle 21,30. Dopo il successo di pubblico e critica delle repliche invernali in Basso Molise, l'associazione culturale "Antigone" di Termoli, in collaborazione con il Comune di Termoli, torna in scena con la sua produzione “Questo è uno spettacolo teatrale (ovvero “Nessun estraneo tra noi”)”, a Termoli, in Largo Tornola, mercoledì 15 luglio, alle 21,30. 

In scena ci sono un’attricetta ingenua innamorata del regista, un’inacidita attrice anziana dal cuore d’oro e un giovane attore che si carica ad ogni ingresso pensando ad un attore famoso a cui crede di somigliare. Invece di ascoltare la storia di “tre lattughe separate alla nascita” descritta nel copione di “Nessun estraneo tra noi”, gli attori mettono in scena e raccontano ad alta voce i loro pensieri, le loro speranze e le loro paure mentre cercano di barcamenarsi tra le indicazioni di scena del regista con un passato da ballerino, la persistente colonna sonora del compositore filosofo e l’evidente mancanza di significato delle parole dell’autore. Elisa Amoruso, Luigi Iavasile e Annalisa Montanaro sono i tre attori che danno vita ad un divertente e ingegnoso esempio di teatro nel teatro. La parodia esibisce (e demolisce) quello che gli attori pensano mentre recitano, tra sudori freddi, brutte parrucche e passi di danza. Ma il teatro è magico: anche in mezzo a difficoltà e distrazioni, resta sempre quel luogo in cui il pubblico vede un personaggio mentre l’attore sta invece mostrando se stesso. L’adattamento e la regia sono di Danilo Rana. L’ ingresso è libero.